MIND POWER

Il cambiamento è un fatto di testa

di Antonella Rossi
I pensieri influenzano la realtà. E ci aiutano a realizzare i nostri desideri. Grazie alla meditazione.
Il potere della mente. La mente può

Il potere della mente. Secondo il neuroscienziato Joe Dispenza la mente è strettamente connessa con la materia che può essere plasmata. (Thinkstock)

La mente può influenzare la realtà in cui viviamo. Questo almeno è quanto crede Secondo Joe Dispenza, neuroscienziato e chiropratico americano. Autore del volume Cambia l’abitudine di essere te stesso. La fisica quantistica nella vita quotidiana (Mylife Edizioni), Dispenza afferma che la testa e la materia sono strettamente collegate tra di loro, tanto da poter applicare principi prettamente scientifici a ogni aspetto della nostra vita.
LA VITA È COME LA FISICA
Alla base di questa teoria c’è la fisica dei quanti. Secondo l’autore, infatti, l’universo che ci circonda è un campo immateriale di informazioni interconnesse, nel quale sono contenute infinite esperienze potenziali. «Se riesci a immaginare nella tua vita un evento futuro che scaturisca da un desiderio personale, a livello potenziale quella realtà esiste già nel campo quantistico e aspetta solo di essere osservata», scrive lo scienziato. Insomma, se la nostra mente è in grado di influenzare l’aspetto di un elettrone, allora, in teoria, può determinare anche qualunque altra circostanza.
IL SEGRETO DEL CAMBIAMENTO
Il concetto non fa una piega e, a parole, questo universo di possibilità realizzabili sembrerebbe a portata di mano. Ma come si fa ad applicare tutto questo alla vita di tutti i giorni e innescare dei cambiamenti effettivi e duraturi? Il segreto, secondo Dispenza, sta in un modo diverso di pensare. La nostra routine crea comportamenti immutati in una realtà sempre uguale a se stessa. Se vogliamo cambiare alcuni aspetti della nostra vita dobbiamo pensare, sentire e agire in modo diverso ed essere quindi differenti in base alle esperienze che viviamo. Così facendo si genera un nuovo segnale elettromagnetico. Solo così, secondo l’autore, è possibile diventare delle persone nuove.
L’AIUTO DELLA MEDITAZIONE
Secondo l’esperto, «una volta instaurata una corrispondenza tra ciò che siamo, cosa veicoliamo e il potenziale elettromagnetico all’interno del campo in cui ci muoviamo, saremo attratti da quella realtà potenziale, o al contrario, sarà questa a venirci incontro».
QUATTRO PUNTI FONDAMENTALI
Il metodo elaborato da Dispenza può essere riassunto in quattro punti fondamentali. Innazitutto è necessario prendere coscienza di sé stessi e capire, di conseguenza, quali sono gli aspetti che si vogliono cambiare. Ciò porta a decidere il cambiamento e a immaginare quello che si vuole essere davvero. L’ultimo passo è quello della meditazione, indispensabile per eliminare il contatto con ciò che ci lega alla realtà in cui siamo immersi, spazio e tempo su tutti. A questo punto sarà possibile raggiungere uno stato di coscienza puro e avvicinarci al nostro Io più autentico.
IMMAGINARE È POTERE
In questo, Dispenza deve molto alle discipline orientali che mettono al centro del benessere dell’individuo proprio la meditazione, ma anche a scienziati illustri come Einstein, che era solito dire «l’immaginazione è tutto. È la previsione di ciò che attrarrete nella vostra vita». Per mettere in pratica questi principi non occorre essere dei geni, perché ognuno di noi, immaginandosi nella condizione desiderata, può realmente cambiare la propria vita. Letteradonna.it ha chiesto qualche consiglio a Cecilia Romano, mental coach a Milano, che ci ha spiegato come alla base di ogni cambiamento ci sia sempre una componente immaginativa.
LA VISUALIZZAZIONE CREATIVA
Per la coach, «se riflettiamo su tutto ciò che fa parte della nostra vita, ci renderemo conto che prima di essere vissute le situazioni sono state anche immaginate e, in un certo senso, previste dalla nostra mente». In questo caso si parla di visualizzazione creativa, conclude la specialista, «una tecnica che usiamo tutti, più o meno consapevolmente, ogni qualvolta ci troviamo di fronte a una situazione nuova o a una decisione da prendere. Immaginare la situazione ambita aiuta a diventare più consapevoli dei propri desideri e, soprattutto, a capire quali sono gli ostacoli che ci impediscono di realizzarli».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Energia, Meditazione, Mente&Psico Argomenti: , , , Data: 16-05-2013 11:43 AM


Lascia un Commento

*