BENESSERE

Le nuove terapie dal fascino orientale

di Antonella Rossi
Dal bamboo massage al pindasweda. I trattamenti più efficaci, amati dalle star.

Una seduta di bamboo massage.

Gwyneth Paltrow e Victoria Beckham stravedono per la cupping therapy, antica terapia della medicina cinese che utilizza delle coppette da applicare sulla pelle per preveire e curare i reumatismi. La prova? I paparazzi le hanno fotografate, con le caratteristiche impronte tonde sulla schiena. Mentre la top model Christy Turlington preferisce il pindasweda, antica pratica Ayurvedica. Jim Carter, il Carson della serie televisiva Downton Abbey, ha ammesso di essere un fan del massaggio con le canne di bambù. Ma quali sono le caratteristiche di queste terapie dal fascino orientale? Letteradonna.it vi racconta i segreti dei trattamenti benessere più in gettonati tra le celebrities. E quindi più di tendenza ora in America e a breve anche qui da noi.
L’ENERGIA DEL BAMBÙ
Il massaggio con le canne di bambù è originario di Cina, Indocina e Thailandia, dove viene praticato nell’ambito delle discipline olistiche. I campi di applicazione sono vari perché l’olismo considera la persona nella sua interezza, corpo, mente, emozioni, energia e anima sono un tutt’uno, impossibili da separare. «Il bambù è simbolo di forza e umiltà, perché si piega senza spezzarsi. Sulla sua superficie sono presenti dei cristalli di silice che, a contatto con la pelle, si attivano e si compattano. Questo regala un beneficio notevole a livello energetico, trasmettendo insieme forza e delicatezza»,spiega Patrizia De Vita, naturopata, docente e operatrice di massaggi olistici.
ATTIVA IL METABOLISMO E RILASSA
Questa terapia è molto apprezzata dalle star per le sue straordinarie proprietà benefiche. «Il massaggio con il bambù è indicato in caso di contratture muscolari e di problemi alla circolazione, ma si può fare anche per combattere lo stress. Questo trattamento, inoltre, modella il corpo grazie a un’azione drenante, riattivando il metabolismo e migliorando la trama della pelle, che risulta subito più compatta», aggiunge Patriza De Vita.  Il bambù che si utilizza è di diverse dimensioni e naturale al 100%. «I bambù utilizzati per il viso sono molto piccoli, e il massaggio crea un effetto lifting, rendendo la pelle molto levigata e luminosa», spiega l’esperta.
I SACCHETTI DEL PINDASWEDA
Efficace su più fronti anche il pindasweda che utilizza dei sacchettini il cui contenuto varia a seconda del risultato che si vuole ottenere. «Nei sacchetti si mettono spezie ed erbe, ma anche radici, farine e oli essenziali.
Per un trattamento relax e antistress, ad esempio, si possono usare i fiori di lavanda mentre, per liberare i tratti respiratori, sono indicati eucalipto e timo. In questo caso il pindasweda si fa sulla parte anteriore del corpo, in modo da liberare più efficacemente le vie aeree», chiarisce la naturopata.
TERAPIE PERSONALIZZABILI
I sacchetti sono larghi circa 30-40 centimetri. Vengono chiusi e riscaldati a vapore. Poi si appoggiano sul corpo con delle pressioni. Il massaggio dura all’incirca 40-50 minuti. Per avere dei benefici reali meglio optare per una serie di trattamenti, ma il numero delle sedute varia da caso a caso. Tutto, infatti, dipende dalla situazione energetica, fisica ed emozionale della persona, che non è mai uguale a quella di un’altra.
AGOPUNTURA CON COPPETTE
Fra le tecniche meno note, c’è poi la coppettazione, conosciuta anche come cupping therapy. Il trattamento consiste nell’applicare sui punti dell’agopuntura delle coppette circolari. Oggi si usano soprattutto coppette di vetro o plastica, che permettono anche di vedere quello che succede dopo l’applicazione, mentre anticamente erano fatte di bambù, porcellana, ceramica e osso di animale.
«La coppetta si applica con un metodo di decompressione. L’aria all’interno può essere aspirata, oppure bruciata con un batuffolo di cotone imbevuto di alcol. La decompressione permette una perfetta aderenza alla pelle per il tempo necessario al trattamento», racconta a LetteraDonna.it Lucio Sotte, esperto in Agopuntura e Medicina Cinese.
La durata dei trattamenti, anche in questo caso, dipende dalla problematica da risolvere. Per un torcicollo può bastare una seduta, per forme reumatiche più importanti un ciclo di 8-10 sedute da fare nel giro di un mese e mezzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*