NUOVE METE

Famolo strano. La mezzanotte al museo

Vicenza, Genova e Ferrara. Tre alternative per passare l'ultimo dell'anno tra opere e cenoni. In palazzi da sogno.
Alcuni scatti presenti alla mostra 'Steve McCurry. Viaggio intorno all'Uomo', aperta anche a Capodanno a palazzo Ducale a Genova. (Ansa)

Alcuni scatti presenti alla mostra 'Steve McCurry. Viaggio intorno all'Uomo', aperta anche a Capodanno a palazzo Ducale a Genova. (Ansa)

La notte di San Silvestro in mezzo all’arte visitando grandi mostre o dimore storiche, è un trend che sta prendendo piede anche in Italia. A Vicenza si potranno fare le ore piccole alla Basilica Palladiana dove è allestita la rassegna Raffaello verso Picasso o in alcuni magnifici palazzi cittadini (uno sede del Museo Civico), a Genova Palazzo Ducale propone il cenone di fine anno con gli scatti di McCurry e le visioni di Mirò. A Ferrara, invece, Palazzo dei Diamanti prolunga l’orario fin quasi a mezzanotte per ammirare Boldini, Previati e De Pisis. Due secoli di grande arte.
VICENZA CITTÀ D’ARTE
L’offerta più articolata è quella di Vicenza, che ha di recente scoperto la sua vocazione di città d’arte. Dopo un complesso intervento di restauro, che ha richiesto ingenti investimenti, ora la Basilica Palladiana ospita una delle mostre di maggior successo della stagione invernale, Raffaello verso Picasso. Storie di sguardi, volti e figure, diventata motore di nuove iniziative. Produttore e curatore della rassegna è Marco Goldin patron di Linea d’ombra, che non è nuovo a tali imprese. E quindi Vicenza di punto in bianco assurge a capitale del Capodanno culturale. La grande esposizione che riunisce capolavori provenienti dai musei di tutto il mondo (alcuni in Italia per la prima volta) resterà aperta fino alle due di notte, ma per il tradizionale cenone si potrà scegliere tra varie possibilità. Saranno infatti ben tre i palazzi palladiani che apriranno le loro porte ai visitatori della mostra: Palazzo Valmarana Braga Rosa, Palazzo Cordellina, Palazzo Chiericati, sede del Museo Civico, dove, oltre a cenare, si potrà visitare anche la mostra Cinque secoli di volti. Il costo a persona è di 75 euro, con un menù unico uguale per tutte e tre le sedi. L’iniziativa però è riservata esclusivamente a coloro che avranno prima prenotato il biglietto d’ingresso in mostra per le giornate del 31 dicembre e dell’1 gennaio. Allo stesso modo, i prezzi di favore saranno riservati solo ai visitatori dell’esposizione che dimostreranno di avere prenotato l’ingresso in Basilica Palladiana. Per tutte le informazioni e le eventuali prenotazioni, potete consultare i siti www.lineadombra.it e www.vicenzae.org.
CAPODANNO A PALAZZO DUCALE 
A Genova, invece, cenone e mostre si svolgeranno in un’unica dimora storica, a Palazzo Ducale, nel cuore della città. Le rassegne sono quelle di Mirò! Poesia e luce, 80 opere, tra cui 50 oli di grandi dimensioni, terrecotte, bronzi e acquerelli, e Steve McCurry. Viaggio intorno all’Uomo, che allestisce in oltre 200 foto un’antologia dell’intera produzione del famoso fotografo, compreso il ritratto della ragazza afgana dagli occhi verdi. Per l’arrivo del 2013, sarà organizzata dalle 19.30 una festa all’interno del Salone del Maggior Consiglio, dove sarà anche possibile assistere a uno spettacolo di cabaret e musica con il comico genovese Fabrizio Casalino. Le due mostre potranno essere visitata anche dopo cena dal momento che Palazzo Ducale resterà aperto fino alle due di notte. Il costo dell’offerta completa per il cenone di Capodanno (più visita alle mostre, spettacolo e brindisi di mezzanotte), è di 89 euro, che scende a 29 se si esclude la cena.
FERRARA, MOSTRE IN MUSICA
A Ferrara, dove da anni si festeggia in piazza l’arrivo del nuovo anno, la mostra allestita a Palazzo dei Diamanti resterà aperta fino alle 23.30. Intitolata Boldini, Previati e De Pisis. Due secoli di grande arte a Ferrara, l’importante esposizione riunisce le opere dei più significativi maestri ferraresi, conservate nelle collezioni delle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea di Palazzo Massari, chiuso in seguito al terremoto del maggio scorso. Per rendere ancor più suggestiva la visita alla mostra nella notte di San Silvestro, dalle ore 21 é previsto, all’interno delle sale, un intrattenimento musicale per chitarra e violino di Giulio Arnofi e Michela Pastafiglia, che accompagnerà il pubblico nel percorso espositivo. Il costo è solo quello del biglietto, 8 euro. (Nicoletta Castagni – Ansa)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*