MIND&BODY

Mindfulness, la nuova meditazione anti stress

di Mario Catania
Il metodo aiuta a gestire dolori e ansie quotidiane. Il parere del professor Gherardo Amedei.
Mindfulness. La Mindfulness è un metodo di meditazione che aiuta a combattere ansia e depressione. (Thinkstock)

Mindfulness. La Mindfulness è un metodo di meditazione che aiuta a combattere ansia e depressione. (Thinkstock)

Lavoro, casa, obblighi e impegni: la vita di tutti giorni è ricca di situazioni. E che, a volt,e non riusciamo a gestire e che spesso ci provocano quella fastidiosa sensazione di stress e ansia. Da oggi, però, ci si può aiutare con la corretta respirazione e la concentrazione giusta per tornare in contatto con se stessi, riappropriandosi dei propri spazi e del tempo prezioso. Tutto questo è possibile attraverso la Mindfulness, una pratica che unisce l’esperienza delle tecniche meditative ad aspetti scientifici maturati in ambito medico a metà degli Anni ’70.
CONSAPEVOLEZZA DI SÉ
Letteralmente questa pratica in ambito psicologico significa consapevolezza dei propri pensieri, azioni e motivazioni: è quindi una modalità di prestare attenzione, momento per momento al presente, intenzionalmente e in modo non giudicante, al fine di risolvere (o prevenire) la sofferenza interiore e raggiungere un’accettazione di sé, ascoltando bene quello che succede dentro di noi, non dimenticando che lo stress può avere cause esteriori, ma è all’interno che nasce, cresce e si alimenta.
COME FUNZIONA
Con la Mindfulness si colgono i motivi del proprio disagio e si agisce di conseguenza. È adatto sia agli stress acuti dovuti a eventi particolari, sia a quelli che persistono nel tempo e aiuta in casi di dolore cronico e depressione, funzionando anche come supporto a terapie cliniche. Un recente studio condotto dalla Brown University e pubblicato su Frontiers in Human Neuroscience spiega l’efficacia nella gestione dello stress, di questa pratica di meditazione partendo dall’analisi degli effetti neurofisiologici su un gruppo di volontari.
MENTE, CORPO E RESPIRO
Gli studiosi hanno scoperto che la focalizzazione sulle sensazioni corporee e sul respiro, crea una connessione intima tra mente e corpo. Chi pratica il Mindfulness non solo impara a controllare quelle sensazioni corporee specifiche che richiedono concentrazione – sottolineano gli autori – ma anche come regolare l’attenzione in modo che non si sbilanci verso sensazioni fisiche negative come il dolore cronico o la depressione. Scientificamente si ha un maggiore controllo sui ritmi sensoriali alfa corticali che aiutano a regolare i processi cerebrali e filtrano le sensazioni psico-fisiche, tra cui dolore, ricordi e consapevolezze depressive. In pratica si arriva a controllare meglio i processi cerebrali che riguardano dolore ed emozioni.
ANTI DEPRESSIONE E STRESS
In Italia siamo in ritardo per quanto riguarda la cultura della medicina alternativa in ambito psicologico e psicoterapeutico anche se sta iniziando a diffondersi anche da noi. «Il Mindfulness in ambito medico aiuta a prevenire la depressione e a gestire meglio gli stati di dolore cronico. È stato ad esempio dimostrato che affiancare tale pratica alle terapie mediche in casi di psoriasi porti a esiti migliori, sia per il numero di casi di guarigione, sia per la completa ripresa del paziente. In Inghilterra è da tempo la prima scelta come terapia in caso di ricadute nel trattamento della depressione»,  precisa Gherardo Amedei, professore associato di psicologia all’Università degli studi di Milano Bicocca.
LA TERAPIA IN ITALIA
Nel nostro Paese attualmente non esiste una struttura ambulatoriale o di carattere medico che possa accogliere possibili pazienti, ma l’esperto anticipa che nei prossimi mesi si dovrebbero fare passi avanti con l’apertura dei primi centri presso le strutture ospedaliere. E dovrebbe essere solo l’inizio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*