ANTIAGE

Vampire lifting, bella con il tuo sangue

di Veronica Mazza
Iniezioni del proprio plasma, ricco di piastrine e acido ialuronico. Per spianare le rughe e ringiovanire.
Il plasma è ricco di piastrine e acido ialuronico.

Il plasma è ricco di piastrine e acido ialuronico.

Altro che botox e plastiche. Ora per ringiovanire la pelle e spianare le rughe del viso c’è il vampire lifting, che ritocca gli effetti del tempo con iniezioni del proprio sangue. È usato soprattutto per la zona delle guance, per le rughe sottili, ma anche per chi ha i primi rilasciamenti cutanei non solo sul volto, ma anche sul collo. Viene utilizzato inoltre nei casi in cui si vogliono eliminare le cicatrici lasciate dall’acne e per stimolare la crescita dei capelli.
PUNTURE DI PLASMA
In termini medici si chiama PRP, Platelet Rich Plasma, ed è un trattamento dermoestetico che parte dal prelievo del proprio sangue venoso, che viene poi centrifugato per separare il plasma, più ricco di piastrine. Quest’ultime sono le responsabili del coagulo del sangue in presenza di tagli o contusioni e, in concentrazioni elevate, stimolano la pelle al rinnovamento cellulare e di conseguenza al loro ringiovanimento. Grazie ad alcune punture al plasma, effettuate nelle zone da trattare, si ottiene un effetto di biorigernerazione e di biorivitalizzazione dell’epidermide, non solo in superficie, ma anche in profondità.
TRATTAMENTO NATURALE
Il risultato è una texture più compatta, un viso più luminoso e un appianamento delle piccole rughe: «Dopo la puntura, gli unici effetti indesiderati sono un leggero gonfiore e qualche piccolo livido, che spariscono però nell’arco di due o tre giorni. È un trattamento naturale, visto che è autologo, cioè viene dallo stesso organismo dell’individuo, perciò non si è a rischio di allergie o di intolleranze», afferma il Professor Marco Gasparotti, specialista in chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica. «Il plasma è ricco di acido ialuronico e stimola la formazione di nuovi vasi sanguinei che portano così più ossigeno ai tessuti, appianando le piccole rughe e rendendo la pelle più tonica e più elastica. È una buona alternativa per chi non si vuole sottoporre a operazioni chirurgiche».
SCEGLIERE CENTRI CERTIFICATI
Il vampire lifting non è però l’unica alternativa: «Si tratta di un metodo valido tanto quando un trattamento con la luce pulsata o le radio frequenze, soprattutto per chi lo percepisce come un procedimento cruento, visto che prevede il prelievo di sangue», prosegue l’esperto. Che avverte: «Per chi sceglie le iniezioni di plasma, il primo passo da fare è accertarsi di sottoporsi al trattamento PRP in uno dei centri medici certificati, per non incorrere in rischi». In Italia i costi di ogni seduta si aggirano intorno ai 500-600 euro: ne vanno fatte una o due al mese, per ripetere poi il trattamento dopo 4-5 mesi, a seconda delle esigenze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Corpo Argomenti: , Data: 21-11-2012 11:49 AM


Lascia un Commento

*