RIENTRO

Autunno: la dieta antistress

di Veronica Mazza
Sono il 23% gli italiani che non si sentono in forma. Cinque trucchi per perdere peso.
Difficile dire di no ai gustosi piatti proposti durante le vacanze.

Difficile dire di no ai gustosi piatti proposti durante le vacanze.

Aperitivi in spiaggia e cene sotto le stelle hanno fatto prendere più di due chili alla metà degli italiani. Solo il 23% si sente in forma, dopo le vacanze. Ma poi arrivano funghi, vini rossi, cene con gli amici e l’ago della bilancia non accenna a scendere, anzi. A dirlo è l’ultima indagine della Coldiretti, dove emerge che il 52% degli intervistati sente la necessità di smaltire due o tre chili accumulati per aver fatto stravizi a tavola. Tornati in città, è quindi boom di diete remise en forme. Che non sempre però funzionano, al di là degli sforzi per non sgarrare.
SET POINT E ELEFANTI ROSA
A invalidare i risultati possono essere due effetti inaspettati: quello del “set point” e quella dell’ “elefante rosa a pallini”. La prima teoria sostiene che il nostro peso è relativamente stabile e stazionario nel tempo e che complicati meccanismi fisiologici impediscono di modificarlo più di tanto. L’altra si basa su un meccanismo psicologico paradossale: più ci sforziamo di non mangiare determinati alimenti, maggiore sarà il desiderio di gustarli. Ma a remare contro nel farci riacquistare una linea perfetta è soprattutto lo stress.

E' importante tenere sotto controllo lo stress, altrimenti la fame aumenta.

E' importante tenere sotto controllo lo stress, altrimenti la fame aumenta.

IL NERVOSISMO NON AIUTA
Secondo un sondaggio dell’Eurodap, Associazione Europea Disturbi da Attacchi di Panico, un italiano su tre mangia per nervosismo e non per fame, segno di un rapporto non equilibrato con il cibo. Ansie, paure e insicurezze vengono sedate addentando alimenti che si masticano frettolosamente, spesso senza gustarli. A fare il punto sulla stretta correlazione tra i piaceri del palato e la nostra psiche è il libro edito da Kowalski Stress & Dieta. Consigli e rimedi per vivere meglio, scritto a quattro mani dalla psicoterapeuta Paola Vinciguerra e Giorgio Calabrese, nutrizionista clinico. Un manuale che spiega come piacersi di più, seguendo una dieta sana ed equilibrata. Il risultato? Far pace con la bilancia, ritrovando il proprio peso forma e allontanando paure e nevrosi.
LE DUE FACCE DELLO STRESS
Può aiutare a dimagrire, ma può anche far impennare l’ago della tua bilancia: «Una prevalenza di stress negativo porta alla produzione di adrenalina, che agisce sulla neuroipofisi, la stimola e fa produrre al pancreas l’insulina. Quest’ultima non solo aumenta la fame, ma è anche ipogea, cioè produce grassi da sola, facendoci prendere più chili anche quando seguiamo una dieta», spiega Giorgio Calabrese. Ma se si usa quello positivo, lo stress si trasforma in un ottimo alleato per non ingrassare: «Quello che ti fa dimagrire e che ti fa vivere la dieta momento per momento, senza ansie e proiezioni ossessive sui risultati futuri, fa rilasciare ai nervi periferici la noradrenalina, un messaggero chimico, che sostituisce l’adrenalina e fa bruciare al tuo corpo più grassi», afferma il nutrizionista.

Il cioccolato è una tentazione. Perchè non condersela di tanto in tanto?

Il cioccolato è una tentazione. Perchè non condersela di tanto in tanto?

I 5 CONSIGLI PER UNA DIETA ANTISTRESS
«Affinché un regime alimentari funzioni, ognuno di noi deve imparare ad autoregolarsi, a capire quali sono gli errori che si compiono e soprattutto a saper tenere sotto controllo la rabbia e la tensione. È il solo modo per sconfiggere le nostre fobie e nutrirci così di benessere e felicità», dice Calabrese. Ecco alcuni cibi e qualche escamotage, consigliati dal nutrizionista, per ritrovare il buonumore.
1. NON RINUNCIARE AI CARBOIDRATI. Perché servono ad aumentare la produzione endogena di serotonina, l’ormone della felicità. Ne servono cinque porzioni al giorno, proprio come per la frutta e la verdura, i cereali e i legumi e le patate. Non avere paura di ingrassare, basta privilegiare i cibi ricchi di fibre, come i cereali e i legumi, che limitano l’assorbimento di grassi e zuccheri.
2. SÌ AI CIBI RICCHI DI FERRO. A farti tornare il sorriso sono anche i cibi ricchi di ferro, rame, che ti danno energia, e zinco. Questo minerale alza le tue difese immunitarie. Li assumi quando mangi carne, uova, latticini, frutta secca, ma anche frutti di mare e, potendo, anche ostriche.
3. CIOCCOLATO CONTRO LA RABBIA. Nei momenti negativi, quando sei arrabbiata, concediti un po’ di cioccolato, fondente o sotto forma di crema di nocciola, che ha un effetto tranquillizzante e ti permette di combattere la fame nervosa. È un modo per assecondare i tuoi desideri sul momento, basta solo mangiare di meno al pasto successivo.
4. BEVI UN BICCHIERE D’ACQUA OGNI ORA. Idrati l’organismo e fai produrre al tuo stomaco meno succhi gastrici. Così hai meno fame e non hai quella tipica sensazione di vuoto che ti porta a saccheggiare il frigorifero.
5. MASTICA UN CHEWING-GUM. Che frena i tuoi attacchi di fame. Inoltre, secondo uno studio della Swinburne University, la gomma riesce ad acquietare l’ansia grazie ad alcune sostanze che abbassano i livelli di cortisolo salivare, un ormone che si produce maggiormente quando si è stressati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Corpo Argomenti: , , Data: 12-09-2012 04:40 PM


Lascia un Commento

*