PUNTO DI FUGA

Cioccolato per stroncare lo stress

di Simona Peverelli
Cacao a cinque sensi: un bagno fondente per la pelle, tavolette al sale per la gola. E un albergo da mangiare con gli occhi.

Il cioccolato, protagonista di coccole beauty, per massaggi e maschere.

Alzi la mano chi non si è mai fatta tentare dal mitico vasetto di crema alle nocciole. La cioccolata non è solo il confort food per eccellenza, molto meglio dei biscotti o delle patatine fritte; può diventare il pretesto per regalarsi un’occasione a tema, da godersi in perfetta solitudine o in compagnia della famiglia.
DA PROVARE QUELLO SALATO
La prima proposta è quella di fuggire a Cervia (www.salinadicervia.it/main/index.php?id_pag=3), la patria del cioccolato al sale. Nel cuore della riviera romagnola, accanto alle spiagge strapiene di ombrelloni, si trova l’immensa salina dove nasce il sale dolce di Cervia. Dopo averla visitata con un giro sul battello, nei negozi del centro  potete fare razzia di tavolette e biscotti al cioccolato salato, dove l’oro bianco e il cibo degli dei si uniscono in un matrimonio inconsueto.
UN ELISIR DI BELLEZZA
Dal tuffo nel blu della riviera, a un bagno in una vasca strapiena di profumato “oro nero”. A Ginevra (www.aftertherain.ch), come in un sogno infantile, vi potete immergere in una vasca stracolma di cioccolato fuso. Goduria a parte, combatterete con la teobromina contenuta nel cacao gli odiati accumuli di grasso che siamo costrette a scoprire in estate. In molti centri termali italiani gli oli a base di cacao e la cioccolata liquida sostituiscono creme e cremine per massaggi  e maschere di bellezza. Il trattamento dura almeno due ore, la soluzione deve essere abbastanza calda da dilatare i pori e permettere alle proprietà nutrienti del burro di cacao di penetrare nella pelle. Durante il massaggio, il magnesio e il fosforo hanno un effetto emolliente, mentre il profumo stimola le endorfine (gli ormoni del benessere) con il risultato che mentre vi sentite più morbide e lisce, anche il vostro buonumore ci guadagna, il che non guasta mai.
UN FESTIVAL DEDICATO ALLE GOLOSE
E per chi non ama il mare ed è già una habitué delle cure termali, c’è sempre Perugia, la patria del cioccolatino con i messaggini d’amore, e che ogni ottobre ospita il Festival Eurochoc (www.chocohotel.it/). Qui vi mangerete con gli occhi l’hotel  a tema dedicato al cioccolato, con i suoi tre piani Latte, Gianduia e Fondente. A chi non verrebbe voglia di addentare letti, tappeti e comodini? Sì, perché qui tutto è a forma di tavoletta. Inutile parlare della colazione e dei menù del ristorante, rigorosamente a base di cacao dall’antipasto al dessert. E per le intolleranti al glutine c’è anche un buffet studiato apposta per loro.
UN PREZIOSO ALLEATO DELLA SALUTE
Ma guai a dimenticare che «il cioccolato non è solo buono, ma fa anche bene, soprattutto grazie agli antiossidanti che contiene. Il consiglio è sempre lo stesso: non esagerare con le quantità e mangiarlo sempre fondente», spiega Mauro Barbareschi, dell’Istituto scientifico di dermatologia dell’università di Milano. E quando tornate a casa dal week end di relax, non scordate mai di portarne almeno un cubetto alla famiglia.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Corpo Argomenti: Data: 31-07-2012 03:40 PM


Lascia un Commento

*