RICERCA USA

Stress, il peggior nemico dello specchio

di Simona Peverelli
L’incapacità di gestire le preoccupazioni influenza la percezione del proprio corpo. I trucchi per reagire.

La percezione del proprio corpo cambia se si vive sotto stress.

Se terrete a bada la bestia nera dello stress, vi vedrete più belle. Lo rivela uno studio di alcuni ricercatori dell’università dell’Arizona, riportato dall’Huffington Post. Dalla ricerca condotta su 301 donne, è risultato che quelle in grado di adottare strategie antistress hanno un buon rapporto con lo specchio, mentre si piacciono molto meno quelle ossessionate dalle angosce quotidiane. Non solo, queste ultime molto spesso si sfogano sul cibo.
LA SUPERDONNA SFOGA L’ANSIA SUL CIBO
«Quando lo stress supera la soglia di tollerabilità, tutti manifestano un disagio attraverso le proprie debolezze. Le donne, in particolare, accusano un disturbo alimentare: la grande abbuffata o la rinuncia ossessiva del cibo. Lo sfogo a tavola si accompagna al fortissimo condizionamento dal modello di ‘superdonna’ proposto dalla nostra società. E questo farà sentire le donne meno belle di quel che sono veramente», spiega Enrico Molinari, professore di Psicologia Clinica all’Università Cattolica di Milano.
LE QUATTRO TATTICHE ANTISTRESS
Se lo stress è il peggior nemico dello specchio e della linea, occorrono strategie giuste per arginarlo: «Per prima cosa ogni donna dovrebbe avere una sorta di termometro interno, che la aiuti a percepire le situazioni stressanti e le persone che sarebbe meglio evitare. La seconda regola è darsi degli obiettivi raggiungibili, perché quando vengono conquistati, ci si sente più forti. Terzo trucco: ritagliarsi più tempo per se stesse, per dedicarsi all’arte, al bello e, perché no, anche alla riflessione. Il quarto consiglio consiste nel cercare di migliorarsi, ma senza mai pretendere di forzare oltre misura la propria natura, e quindi apprezzare il corpo e il viso con cui si è nate», aggiunge il professore.
L’AUTOSTIMA IN FORMATO FAMIGLIA
L’autostima è quindi l’arma più potente contro le ansie, lo scudo che ripara le donne dagli stimoli negativi che avviliscono. Sempre nei risultati della ricerca americana, si legge anche che tutte le giovani che possono contare su un forte sostegno da parte dalla famiglia tendono ad allontanare da sé l’ideale di “donna perfetta” (quella sorta di mostro onnipotente che deve riuscire in tutto, perfettamente e a tutti i costi), e vivono un rapporto più sereno con se stesse. E allora, dopo che avremo imparato a volerci più bene, a stimarci e ad apprezzarci di più, varrà la pena provare a insegnare alle vostre figlie a sentirsi belle così come sono. Ma questa, forse, è un’altra storia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Corpo, Mente&Psico, SOS ansia Argomenti: , , , Data: 04-09-2012 11:11 AM


Lascia un Commento

*