FAI-DA-TE

Guarda come mi preparo la tisana

di Monica Coviello
Camomilla, menta, malva sono l'ideale per preparsi un buon infuso. Con qualche consiglio.
Raccogliere o coltivare le erbe è un'ottima soluzione a costo zero per prepararsi una tisana.

Raccogliere o coltivare le erbe è un'ottima soluzione a costo zero per prepararsi una tisana.

Rigenera e ti rilassa. Non solo. Una bella passeggiata estiva in campagna può anche regalarti una buona scorta di erbe e fiori per preparare in casa tisane profumate e benefiche. A costo zero e che potrai anche conservare.
RICONOSCERE LE SPECIE
Basta imparare a riconoscere le specie vegetali e a utilizzarle al meglio. Ecco quali sono le proprietà delle erbe più comuni, da raccogliere e utilizzare.
CAMOMILLA – CALMANTE. Puoi utilizzarne i fiori sia freschi sia secchi. Se vuoi conservarli, essiccali al sole e riponili in un contenitore ermetico. Ne basterà un cucchiaino per ogni tazza, per ottenere un infuso calmante. Puoi anche decidere di coltivarla, in giardino o in un vaso.
MENTA – RINFRESCANTE. Si trova facilmente nei prati, ma riuscirai a coltivarla senza problemi (anche se non hai un pollice molto verde) in un vaso da mettere sul balcone. L’infuso, freddo, è un’ottima bevanda rinfrescante estiva, che puoi rendere ancora più dissetante con qualche goccia di limone.
MALVA – LENITIVA. La trovi nei prati o vicino ai sentieri, ma puoi piantarla anche in un vaso o nel giardino. Per preparare un infuso di malva, lenitivo e emolliente, puoi utilizzare sia i fiori che le foglie.
TARASSACO – DEPURATIVO. È una pianta che cresce spontaneamente nei prati e nei giardini. Con le sue radici essiccate puoi ottenere infusi depurativi e digestivi, e con i fiori, freschi, ottime tisane.
ORTICA – DIURETICA. Le sue foglie, essiccate o fresche, servono per preparare infusi diuretici e drenanti. Fai attenzione però a raccoglierle lontano da dove c’è traffico.
LAVANDA – RILASSANTE. Per una tisana rilassante, l’ideale è lavanda: si utilizzano i fiori, essiccati. Cresce spontaneamente, ma anche, facilmente, nei vasi.
SALVIA – DIGESTIVA. Anche la salvia cresce bene sia nei giardini che nei vasi. L’importante è potarla spesso. Con le sue foglie ottieni un infuso che aiuta la digestione.

L'infuso di menta allevia i disturbi digestivi, il dolore e l'ansia e aiuta a far diminuire l'appetito.

L'infuso di menta allevia i disturbi digestivi, il dolore e l'ansia e aiuta a far diminuire l'appetito.

TRE MODI PER PREPARARE LA TISANA
Ci sono poi diversi modi per preparare la tua tisana.
L’INFUSO. Si ottiene immergendo in acqua bollente le parti selezionate della pianta, sminuzzate. Si lasciano in infusione per alcuni minuti, anche dieci, prima di filtrare con un colino.
IL DECOTTO. Le parti della pianta, spezzettate, si mettono in acqua e si porta a ebollizione. Si lascia bollire per alcuni minuti (spesso 15), poi si lascia intiepidire e si filtra con il colino. Il decotto tipico è quello di malva: è importante che i principi attivi che si estraggono siano capaci di resistere al calore.
IL MACERATO. Si usa poco in casa: si ottiene mettendo le erbe a freddo in acqua, o anche nel vino o nell’alcol etilico. Il tempo dipende dal principio attivo che si vuole estrarre. Un macerato tipico è quello di radici di altea: si estraggono le mucillagini che hanno una funzione lassativa e emolliente, protettiva in caso di gastriti e coliti.
NON ECCEDERE LE DOSI CONSIGLIATE
La concentrazione dei principi attivi nelle erbe dipende da tanti fattori, come il clima e il ciclo vitale della pianta, ma anche dal modo in cui vengono essiccati e conservati fiori e foglie: «In genere la dose consigliata di principi attivi cambia in rapporto al peso», spiega Antonio Malorni, già dirigente di ricerca CNR e direttore dell’Istituto di Scienze dell’Alimentazione, «ad esempio, la quantità di tisana in una famiglia dovrà essere diversa per ognuno dei componenti. Se il padre, che in genere pesa più chili, può prenderne tre tazze senza problemi, è bene che la madre si limiti a due, e il figlio piccolo solo a una».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Energia Argomenti: , , , Data: 29-06-2012 11:09 AM


Lascia un Commento

*