CONSUMA CALORIE

Giù la pancia con il rimbalzo

di Veronica Mazza
Sul tappeto elastico rassodi l'intera silhouette e bruci grassi: è la promessa dello Urban rebounding.

Lo Urban rebounding è nato come come allenamento a scopo riabilitativo per persone con problemi di articolazioni.

Accorcia il giro vita e perdi peso a suon di musica. Con le acrobazie sul tappeto elastico. Il nuovo body workout si chiama Urban rebounding ed è stato presentato quest’anno al Rimini Wellness, dopo aver conquistato gli Stati Uniti. Madonna e Shakira lo usano già da tempo per tenersi in forma, soprattutto in vista dei loro tour. Creato da J.B. Berns, uno dei top personal trainers americani, è nato come allenamento a scopo riabilitativo per persone con problemi di articolazioni. Grazie al mini trampolino si può effettuare un buon lavoro cardiovascolare senza sovraccaricare troppo cuore, muscoli e articolazioni. Utilizzando la tecnica della spinta, il rebounder assorbe infatti l’87% dell’impatto dei colpi rispetto allo stesso esercizio praticato sul pavimento.
RIMBALZANDO SI BRUCIA DI PIÙ
Sfruttando l’accelerazione e la decelerazione sul piano verticale, si produce un incremento della forza di gravità, che aiuta a dimagrire più in fretta: mentre rimbalzi, il tuo peso corporeo diventa più pesante, permettendoti di bruciare più calorie rispetto ad altri tipi di allenamento. Secondo alcuni studi, l’Urban Rebounding è il 68% più efficace del jogging e che una donna che pesa circa 60 chili è in grado di bruciare, in una sessione di 40 minuti, fino a 405 calorie. Puoi praticarlo sia in palestra, sia a casa grazie ad un kit completo che comprende il mini trampolino, una barra stabilizzatrice, a cui puoi reggerti per sentirti più sicura, e due dvd con oltre sette ore di filmati.
SI MODELLA L’INTERA SILHOUETTE
La disciplina lavora su tutto il corpo: «È l’attrezzo ideale se vuoi modellare tutta la silhouette, facendoti perdere centimetri mentre rassodi gambe, glutei, addome e braccia, perché accelera il metabolismo e riduce il grasso corporeo», ha detto Angelo Zoboli, master trainer di Urban rebouding. «E i risultati sono immediati: bastano tre lezioni di massimo 30 minuti a settimana per vedere dei miglioramenti su tutto il corpo».
Ma i benefici non finiscono qui. Migliori il sistema immunitario, perché stimoli il drenaggio linfatico, facilitando l’eliminazione delle tossine. Inoltre, grazie al rimbalzo metti in circolo più ossigeno nei tessuti: non solo riduci la cellulite, ma migliori anche la pelle, che diventa più elastica. Infine, scarichi lo stress e ti senti più energica, perché oltre ad essere un toccasana per la circolazione, aumenta anche l’afflusso di sangue al cervello.
MA NON È ADATTO A TUTTI
Questo tipo di sessioni non sono però adatte a tutti. Per chi soffre di cervicale, il rimbalzo rischia di sovraccaricare le articolazioni che collegano la testa alla colonna vertebrale, accentuando i dolori. Lo Urban rebounding, inoltre, non  è indicato per chi non ha una buona stabilità, perché è un’attività fitness che richiede molto equilibrio. È sconsigliato, inoltre, alle donne in gravidanza e anche a chi non fa sport da diverso tempo: l’esercizio è intenso ed è adatto a chi si allena già in palestra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Corpo, Fitness indoor Argomenti: , , , Data: 23-09-2012 04:25 PM


Lascia un Commento

*